fbpx

Blog Details

  • Home
  • Truffe online: come riconoscere un e-mail di Phishing
Ilaria Lugli Settembre 27, 2021 0 Commenti

Truffe online: come riconoscere un e-mail di Phishing

Con questa guida imparerai a riconoscere un e-mail di phishing. La maggior parte delle volte, le truffe online si nascondono dietro false e-mail o sms che sembrano provenire da fonti affidabili presentando loghi di aziende note, banche o addirittura di enti pubblici.

  1. E-mail con indirizzi strani e sconosciuti

Molto spesso le email di phishing che riceviamo, sono e-mail che presentano degli indirizzi molto strani e non sono i soliti indirizzi al quale siamo abituati a ricevere informazioni dall’ente in questione, che ci invia informazioni. Spesso sono e-mail di enti pubblici e presentano indirizzi molto insoliti.RICORDATE: un ente come le Poste Italiane o le banche o qualsiasi ente della Pa, NON invia mai informazioni tramite email.

2. Indirizzo e-mail sconosciuto che invita all’azione

Quando arriva un e-mail da un mittente che non conosciamo, specie se di un ente pubblico, apriamo l’e-mail e guardiamo attentamente cosa vi è scritto al suo interno. La semplice apertura non comporta rischi, la cosa importante è NON CLICCARE niente nel testo, sia si tratti di un link o pulsanti che invitano all’azione. Questi link o pulsanti rimandano a pagine graficamente molto simili o uguali a quelle dell’ente pubblico dietro cui si nasconde il responsabile dell’invio dell’email di phishing. Questo metodo è il più usato per rubare informazioni, perché spinge l’utente a inserire i propri dati in queste pagine.

3. Indirizzo e-mail con allegati

Se non stavate aspettando un e-mail da un certo indirizzo e oltretutto questa e-mail presenta anche degli allegati, bisogna davvero fare attenzione. Spesso gli hacker usano gli allegati delle email per inviare virus ed accedere ai vostri dati! Se vi sono degli allegati nell’e-mail, ti raccomando di NON aprire per guardare né l’allegato né aprire il link. Ti consiglio semplicemente di cancellare l’ e-mail o di ignorarla.

4. E-mail con comunicazioni non richieste

Se non hai effettuato dei pagamenti e ti viene inviata un e-mail dove ti chiedono di pagare una fattura da te non ancora saldata, se non hai degli abbonamenti o servizi in scadenza, o se non hai vinto nessun tipo di premio, lotteria o il gratta e vinci diventi miliardario per sempre… fai molta attenzione a queste e-mail che ti chiedono dei soldi o che ti dicono che hai vinto soldi. I truffatori infatti possono prevedere quali comunicazioni potrebbero essere interessanti per te e se davvero non stavi aspettando nessun pagamento.. ignora l’e-mail! Se hai qualche dubbio, fai una telefonata alla società che fornisce il servizio in questione per chiedere informazioni.

5. E-mail con errori grammaticali

Spesso si ricevono e-mail che si fa molta fatica ad etichettare come un e-mail fraudolenta: alcune e-mail presentano molti errori a livello grammaticale o sintattico, perché il testo dell’e-mail viene tradotto male e il contenuto sembra scritto da un Robot e non da una persona. Lo si intuisce facilmente dal tono che viene usato, perché sembra un e-mail tradotta male.

6. E-mail che richiedono inserimenti di credenziali di carte di credito

Queste e-mail contengono quasi sempre un invito all’azione e, nella maggior parte dei casi, richiedono proprio l’inserimento di dati sensibili come credenziali del tuo conto corrente bancario o addirittura numeri di carte di pagamento. Spesso usano la scusa che il tuo conto corrente è stato bloccato e per sbloccarlo devi inserire i tuoi dati sensibili e i dati della tua carta/conto corrente per poter entrare nella tua Homebanking, e provare a sbloccarlo. Noi ti invitiamo ad essere prudente e in caso di incertezza chiamare l’ente a cui si fa riferimento nella e-mail e chiedere informazioni. La tua banca non ti invierà mai un e-mail dove ti comunica informazioni sul tuo c/c.

HAI RICEVUTO DELLE E-MAIL SOSPETTE?

I nostri consigli utili sono:

1 installare un buon antivirus perché con il filtro Spam, riesce a filtrare queste e-mail e a bloccarle. Ai nostri Clienti abbiamo sempre consigliato Antivirus Kaspersky Internet Security.

2 Cambia le credenziali della tua casella e-mail o cambia le credenziali del tuo account con il quale hai eventualmente effettuato l’accesso.

3 Segnala all’ente dell’e-mail in questione la tipologia di e-mail che hai ricevuto, così che loro provvederanno a segnalare la truffa alla Polizia Postale.

4 Se per sbaglio hai cliccato qualche link, hai aperto qualche allegato, o hai inserito i tuoi dati sensibili in qualche sito poco affidabile, non preoccuparti ti possiamo aiutare! Se hai paura di essere vittima di un attacco hacker, chiamaci e ti aiutiamo a trovare la soluzione giusta per il tuo problema. Noi ti possiamo aiutare, perché sappiamo come trattare queste situazioni.

5 Se sei vittima di un furto di dati bancari è opportuno chiamare la tua banca e bloccare i servizi coinvolti nella truffa (carte di credito, conti correnti, bancomat).

I nostri tecnici sono disponibili a trovare la soluzione al tuo problema o per avere maggiori informazioni.